Skip to main content

Linguaggio e conoscenza

20 Marzo 2024

ché non è impresa da pigliare a gabbo
discriver fondo a tutto l’universo,
né da lingua che chiami mamma o babbo

Dante, Inferno XXXII

I sistemi generativi non conoscono il significato delle parole che usano: possono solo valutare la similarità. Non sanno che “cane” e “gatto” sono entrambi mammiferi di piccola taglia adottati come animali domestici, ma sanno (anche meglio dei linguisti) che le due parole hanno una distribuzione molto simile, cioè compaiono nello stesso tipo di frasi.

Questo modo indiretto (latente) di trattare la semantica, unito alla capacità di identificare le parole più importanti in una frase (meccanismi di attenzione), si dimostra molto efficace, specialmente quando è usato in sistemi controllati, o quando si combinano i risultati di specifiche sequenze di interrogazioni: le cosiddette “catene di pensiero” (Chain of Thought).

Ma la semantica latente dei Language Model resta sempre ignara del mondo. Le relazioni concettuali profonde, quelle che gli esseri umani acquiscono con l’esperienza personale e sociale, non si possono ricavare né dalle distribuzioni delle parole nei testi, né dai meccanismi di attenzione, né in genere da alcuna correlazione statistica. La correlazione infatti non può esprimere i nessi causali che sono alla base delle nostre concezioni del mondo. Ecco che nasce l’esigenza di integrare i sistemi generativi con sistemi di rappresentazione della conoscenza.

Un Knowledge Graph è una base di conoscenza strutturata secondo un modello concettuale (ontologia). Si tratta di una rete di entità, attributi e relazioni il cui significato risponde a specifiche definizioni. Queste definizioni sono espresse in forma logica, cioè razionale, esplicita e comprensibile per gli esseri umani.

L’integrazione dei sistemi generativi e delle basi di conoscenza è la frontiera verso la quale si muove la ricerca e lo sviluppo dell’Intelligenza artificiale. Isagog propone un modello di integrazione basato su standard aperti per mettersi in viaggio verso questa frontiera.

Linguaggio e conoscenza